ONLUS BUTTERFLY 5^ Anniversario di attività

LA ONLUS BUTTERFLY
compie 5 anni!
decorazione-torta-nuziale-con-farfalle-colorate.jpg

E VI INVITA
Il giorno 29 novembre 2014

Alle ore 11.30 per la S. Messa
presso la Chiesa di S.Maria del Popolo
in Via del Popolo a Vigevano

e per un brindisi

in Via L. da Vinci, 15 – Vigevano
alle ore 18.15 – Sala Pertini

Progetto cultura:
Ci saranno a Vostra disposizione torte da acquistare

Il ricavato sarà devoluto ed interamente utilizzato per
permettere ad una giovane donna
di frequentare un corso per parrucchiera

Annunci

Spettacolo teatrale benefico “L’altra metà del cielo”

Grazie all’impegno di alcuni GENEROSI STUDENTI dell’istituto Castoldi di Vigevano

sabato 17 MAGGIO 2014, ore 21

presso L’AUDITORIUM MUSSINI in viale della Libertà a Vigevano

si terrà lo spettacolo teatrale

L’ALTRA META’ DEL CIELO

Ecco la locandina:

 

La nuova accoglienza di casa Hannah

BUTTERFLY AVRÀ A DISPOSIZIONE UN PUNTO DI PARTENZA PER DONNE IN
CONDIZIONI DI DISAGIO E MAMME IN DIFFICOLTÀ

casahannah

 

Quando aiutate qualcuno non accontentatevi di risolvere i suoi problemi immediati, per esempio offrendogli del denaro. Dategli anche i mezzi per risolvere i suoi problemi da solo. Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I consigli del cuore, 2001

Dopo diversi mesi trascorsi a comporre il puzzle del progetto, da aprile partirà il progetto di accoglienza di “Casa Hannah”.

La nostra associazione avrà l’onore e l’onere di gestire l’accoglienza temporanea di donne sole e/o di mamme con figli minori in temporanea difficoltà.

Butterfly ha stipulato una convenzione con il comune di Vigevano, in base alla quale la casa di accoglienza potrà ospitare per sei mesi (prorogabili una sola volta) un massimo di 6 persone dell’ambito distrettuale di Vigevano, Gambolò, Cassolnovo e Gravellona. Per tutelare gli ospiti non possiamo rivelare l’ubicazione della casa.

Le segnalazioni delle persone da ospitare arriveranno dai servizi sociali e potranno comprendere anche donne vittime di violenza e/o in stato di gravidanza.

Ringraziamo ovviamente tutti:

– Il comune che ha messo a disposizione la casa e contribuirà alle spese

– I servizi sociali, che seguiranno il percorso delle persone accolte

– La Fondazione di Piacenza e Vigevano, che ha stanziato un contributo che ha consentito di arredare la casa

– Tutte le persone che hanno collaborato in qualità di volontarie/i.

Se sei interessata/o ad impegnare in prima persona il tuo tempo e le tue competenze in qualità di volontaria/o, oppure vuoi fare donazioni (in denaro o beni materiali per la casa) trovi le informazioni qua sopra, in “contatti” e “donazioni”.

Tutti i contributi sono benvenuti!

25 novembre giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Domenica 25 novembre, alle ore 17.30, all’Auditorium San Dionigi il delicato tema della violenza sulle donne

“Dall’ombra…alla luce non è impossibile”

“La violenza sulle donne: uno sguardo nella nostra società e nella nostra cultura” intervengono: Patrizia COTTINO Presidente della Consulta Femminile, Brunella AVALLE Assessore alle Pari Opportunità, Rossana FERRARI Assistente sociale.

“Non sta succedendo a me” di Isabella GIARDINI Giornalista.

“La sanità per la donna” di Dina PAGANONI Istituti Clinici Beato Matteo

“La violenza sulle donne: profili giuridici e casi concreti” di Rossella BURATTI avvocato

Il dolore delle donne: i ragazzi raccontano gli adulti” di Stefania PAZZI psicologa e psicoterapeuta

***

Inoltre  dal 30 novembre al 2 dicembre 2012 presso la Strada sotterranea Castello di Vigevano

” Troppo vicino, troppo lontano”

mostra fotografica itinerante nella Provincia di Pavia, stand informativi

Orari: Venerdì dalle 8.00 alle 14.30 – Mattinata dedicata alle scuole superiori in collaborazione con la Coop. LiberaMente.

Sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30

Il concorso ha coinvolto i giovani dai 16 ai 24 anni residenti in provincia di Pavia o frequentanti gli istituti superiori/l’Università situati in provincia di Pavia per stimolare una riflessione sulla violenza che si esprime e si manifesta nelle relazioni all’interno della famiglia, nei rapporti di coppia e nei rapporti tra generazioni differenti (genitori, figli), in diverse situazioni della vita quotidiana.

***

NUMERI UTILI ANTIVIOLENZA DONNA

– NUMERO VERDE GRATIS DA TELEFONO FISSO O CELLULARE:

1522

Attivo tutto l’anno a qualsiasi ora) multilingue: italiano, inglese, spagnolo, russo (sito www.antiviolenzadonne.it)

– ASSESSORATO ALLE PARI OPPORTUNITÀ C.so Vittorio Emanuele II, 25 – Tel. 0381 299356 – 0381 299289 (orari d’ufficio) www.comune.vigevano.pv.it

– ASSISTENTI SOCIALI COMUNE DI VIGEVANO P.zza Calzolaio d’Italia 1 – Tel. 0381 299865 (orari d’ufficio)

– PRONTO SOCCORSO OSPEDALE CIVILE DI VIGEVANO C.so Milano 19 – Tel. 0381 3331

– PRONTO SOCCORSO CLINICA BEATO MATTEO C.so Pavia, 84 – Tel. 0381 301232 / 0381 301279

– COOPERATIVA LIBERAMENTE C.so Giuseppe Garibaldi n. 37 – Tel.0382 32136 www.centroantiviolenzapv.il e-mail centroantiviolenzapv@gmail.com

– CONSULTORIO ASL DI VIGEVANO Viale Montegrappa, 5 Tel. 0381 333819 / 0381 333510 / 0381 333813

Butterfly, Bagheera e Balotelli

Ma cosa unisce il centravanti dell’Italia, la pantera Disney e Butterfly?

Per rispondere a questa domanda dovete sapere che la settimana scorsa a Vigevano si è tenuto un incontro indirizzato a persone che hanno voglia di custodire un sorriso.

Butterfly ed il Coordinamento Volontariato di Vigevano hanno offerto mercoledì 27 giugno una serata di riflessione e confronto sul tema del disagio dei bambini e delle possibili forme di sostegno.

La serata si è resa possibile grazie all’impegno delle persone che si dedicano ad un progetto proposto dal comune di Mortara in partenariato con il comune di Vigevano e la Fondazione “Comunità di Accoglienza Madre Amabile”, realizzato con il contributo diFondazione Cariplo.

Al progetto è stato dato il nome “A spasso con Bagheera” per le suggestioni scaturite dopo la visione del film  “il  Libro della Giungla”: Bagheera è la pantera nera dotata di grande saggezza che, insieme a Baloo l’orso, accoglie e fa da guida al cucciolo d’uomo Mowgli. I tre sanno che faranno solo un pezzo di strada insieme, ma i legami affettivi che si sono creati rimarranno nel cuore di tutti, e consentiranno a Mowgli, ma anche a Bagheera e Baloo, di crescere e diventare migliori.

Quella di Mowgli è una favola che si ripete tutti i giorni, ed ha come protagonisti gli appartenenti alle famiglie che hanno scelto di aprirsi all’affido familiare; milioni di italiani in questi giorni ne hanno inconsapevolmente avuto un esempio grazie a questa immagine apparsa sugli schermi al termine della partita di calcio Italia-Germania ai campionati europei

Nella foto si vede il centravanti dell’italia Mario Balotelli (che ha regalato la vittoria all’italia segnando 2 gol) con la “mamma”, alla quale è stato affidato quando era bambino.

L’espressione della signora Balotelli non ha bisogno di spiegazioni: non le importa che Mario giochi nella nazionale ma che lui sia lì con lei, felice.

A spasso con Bagheera” vuole rispondere al disagio dei minori e delle loro famiglie attraverso la crescita di una cultura dell’accoglienza e della solidarietà.

Durante la serata di mercoledì, grazie anche alla testimonianza di una madre, si è cercato di approfondire l’affido familiare, che è ancora poco conosciuto nelle sue differenti forme e prospettive, quale forma di intervento dei servizi sociali a sostegno dei minori e di risposta della comunità ai bisogni dei suoi componenti più deboli.

Abbiamo quindi compreso che l’affido va visto non solo come accoglienza di un bambino ma anche come forma di solidarietà reciproca tra famiglie, di attenzione all’altro in una dimensione di condivisione.

Accompagnare e accogliere un bambino in difficoltà è una scelta d’amore!

Ricorda: “nessun uomo è un’isola” (John Donne)

Per approfondire www.aspassoconbagheera.it

info@aspassoconbagheera.it